• 349 6008043
  • info@studiotecnicopaiola.it

Category ArchiveUncategorized

INTERVENTI A RISPARMIO ENERGETICO

Vuoi migliorare la Classe Energetica del tuo immobile?

Vuoi valutare quali lavori realizzare e cosa influisce sulla classe energetica?

E’ sempre necessario affidarsi a tecnici competenti in materia di riqualificazioni energetiche, in quanto ogni immobile necessita di studi approfonditi per trovare le soluzioni più efficaci ed efficienti all’effettivo risparmio energetico. Non avere la presunzione di sostituirti agli esperti, potresti spendere soldi inutilmente.

Una scelta sbagliata dei materiali o una messa in opera non corretta, potrebbero perfino peggiorare la situazione.

Sempre più spesso senti parlare del risparmio energetico che, grazie agli incentivi ed alle detrazioni fiscali, risultano essere molto convenienti. Sono anche un ottimo investimento per migliorare la Classe Energetica e per migliorare il confort abitativo.

Infatti spesso i clienti mi chiedono quali siano gli interventi di ristrutturazione più efficaci e con il miglior rapporto qualità/prezzo, per ottenere un vero miglioramento della classe energetica della loro casa e per un risparmio vero nei consumi di energia e combustibili. Naturalmente ogni caso può avere diverse soluzioni, ma in linea di massima, nella valutazione degli interventi più consoni alla “situazione energetica” del tuo edificio,  dovrai prestare particolare riguardo a ciò che influenza la classe energetica. Essa dipende da quanta energia consumi annualmente per la climatizzazione invernale (riscaldamento), la produzione di acqua calda sanitaria, la climatizzazione estiva (condizionamento), per la ventilazione degli ambienti ecc. Quindi per migliorare la classe energetica dovresti ridurre i consumi di energia.

Ecco ad esempio alcuni interventi per migliorare il rendimento energetico di un’abitazione:

  1. SOSTITUZIONE DI INFISSI soprattutto di quelli delle pareti esposte a nord, l’installazione di nuovo infissi con vetro doppio basso emissivo, trasmittanza termica telaio minimo 1W/m2K e trasmittanza termica del vetro minimo 2.1W/m2K, potrebbe essere una soluzione ad un buon rapporto qualità/prezzo;
  2. SOSTITUZIONE PORTA D’INGRESSO con una porta blindata al alta efficienza energetica;
  3. istallazione di SCHERMATURE SOLARI cioè le tende da sole o di chiusure oscuranti a protezione delle superfici vetrate, cioè oscuri, tapparelle, persiane ecc.
  4. realizzazione di CAPPOTTO TERMICO per isolare la casa termicamente ed evitare così le dispersioni di calore in inverno e di aria fresca d’estate, può essere eseguito con isolanti naturali, minerali o di sintesi;
  5. realizzazione della COIBENTAZIONE DEL TETTO, che è la parte più esposta alle escursioni termiche, in particolare può avvenire con materiali tra cui schiume di poliuretano espanso, sughero, fibra di legno, vetro granulare ecc oppure con strutture a tetto ventilato;
  6. sostituzione della CALDAIA del riscaldamento / acqua calda:  con una a condensazione
  7. installazione di testine termostatiche sulle valvole dei radiatori per regolare il riscaldamento di singolo ambiente della casa e programmarne temperatura e intervalli di accensione;
  8. installazione di un POMPA DI CALORE / condizionatore questo tipo di intervento comporta un miglioramento significativo della classe energetica, permettendo uno scatto di almeno una classe energetica. L’intervento, che consiglio, è l’installazione e posa in opera di climatizzatore con coefficiente di prestazione medio stagionale SEER minimo 5;
  9. installazione di scaldacqua istantaneo, ad alto rendimento e camera stagna a tiraggio forzato, qualora riscaldamento e acqua calda siano regolati da generatori diversi;
  10. utilizzo di energie rinnovabili quali IMPIANTO SOLARE TERMICO, FOTOVOLTAICO, geotermico o l’utilizzo della biomassa (legna, pellet etc.).

Ci sono molti altri interventi da valutare e che possono riguardare i materiali d’impiego negli interventi sull’involucro dell’edificio, ma anche per gli impianti tecnologici e nelle opere di finitura. Affidati con fiducia alla Geometra Elena Paiola, saprà aiutarti nella valutazione degli interventi a cui stai pensando, il costo dell’investimento e le detrazioni fiscali a cui hai diritto!

DETRAZIONI CASA

Per quanto riguarda le ristrutturazioni edilizie sono prorogati per tutto il 2020 il bonus energia, ovvero la detrazione sulle riqualificazione energetica al 65% (i massimali cambiano a seconda dei diversi interventi), la detrazione ristrutturazione edilizie, che resta quindi al 50% su un tetto di 96mila euro, il bonus mobili, al 50% su una spesa massima di 10mila euro. La novità fondamentale sul fronte agevolazioni è il bonus facciate, al 90% e senza tetti di spesa, un incentivo importante anche per la semplice manutenzione ordinaria (esempio, tinteggiatura della facciata).  Il bonus facciate è contenuto dell’art.25 del DDL di Bilancio e nel dettaglio prevede che:

Per le spese documentate, sostenute nell’anno 2020, relative agli interventi edilizi, ivi inclusi quelli di manutenzione ordinaria, finalizzati al recupero o restauro della facciata degli edifici, la detrazione dall’imposta lorda è incrementata al 90%. Non si applicano i limiti massimi di spesa.Per il resto, sono valide tutte le regole previste per la detrazione ristrutturazioni, quindi le spese vanno adeguatamente documentate, l’agevolazione è ripartita in dieci quote annuali di pari importo, in caso di vendita passa all’acquirente (salvo diverso accordo fra le parti).

Infine, la mancata proroga del bonus verde: applicato negli anni scorsi, era pari al 36% dei lavori di risistemazione degli spazi verdi dei condomini, su un tetto di spesa di 5mila euro. A meno che non venga reinserito in sede di approvazione parlamentare della Legge di Bilancio, questo incentivo resta valido fino al 31 dicembre 2019.

GUIDA AI TITOLI AUTORIZZATIVI

Attraverso lo Sportello Unico per le Attività Produttive, è possibile redigere ed inviare in forma telematica anche le pratiche edilizie, ma quale titolo edilizio è necessario per i lavori che dovete eseguire nei fabbricati di vostra proprietà?

Il recente Decreto SCIA 2 (dlgs 222/2016) ha ridefinito i riferimenti normativi di ogni attività edilizia, ecco una guida.

 

Qui trovate la tabella completa (PDF della Gazzetta Ufficiale) con tutti gli interventi e relativi Titoli edilizi.